Via dei Mille, 1 80121 Napoli (NA) Italy / Via Bergamo, 6 20135 Milano (MI) Italy

Round Table "Blockchain e Media": scoprire la nuova tecnologia e le sue opportunità

Capire cos’è la blockchain, i suoi vantaggi, i suoi limiti, e trasformare una tecnologia misteriosa e ancora tutta da esplorare in un nuovo paradigma socio-economico con cui cambiare il mondo a partire dall’Entertainment e dall’Industria cinematografica. È stato questo l’obiettivo principale della seconda ed ultima Round Table su “Blockchain e Media” della 5a edizione di Next Generation. Al fianco del project partner di Vimove, giovane startup catanese che ha individuato proprio nella blockchain il futuro della produzione cinematografica indipendente e non solo, si sono seduti al tavolo un team di esperti provenienti da diverse realtà, attualmente impegnate nel comprendere e nello sfruttare questa nuova tecnologia che punta a sconvolgere tutto il sistema economico ed informatico che oggi noi conosciamo.

Un confronto, effettuato insieme ai ragazzi del Dream Team che ha visto coinvolti Marco Bassini, docente di Fundamentals of information technology law all’Università Luigi Bocconi di Milano; Giuseppe Bertone: Head of Distributed Ledger Technology di AlmavivA; Andrea Castiglione, Equity Partner & Blockchain Expert, di EFFORCE; Massimo Chiriatti, CTO Blockchain & Digital Currencies, IBM Italia, Blockchain Expert MISE; Jacopo Genuardi: CEO & co- founder, Vimove; William Nonnis, Full Stack Developer – Blockchain Consultant and Developer, Ministero della Difesa; Ivan Visconti: Docente di Informatica, Università degli Studi di Salerno.

L’incontro, moderato dal CEO di NinjaMarketing, Mirco Pallera, ha posto particolare attenzione alle nuove forme di finanziamento abilitate dalla nuova tecnologia, cercando di inquadrare quali potrebbero essere le nuove opportunità.
Per capire cos’è la blockchain bisogna capire cosa sono i BitCoin – ha spiegato Massimo Chiriatti – Serve capirla, studiarla questa nuova tecnologia, che per alcuni è il male, per altri una nuova risorsa da utilizzare. In Italia ci stiamo arrivando, ma la strada da fare è ancora tanta“.