Non ha gambe né braccia, eppure è in grado di correre più velocemente della luce. Non ha voce ma, se abbastanza forte, riesce a farsi ascoltare con un impeto tale da sembrare un grido. Non ha occhi, tuttavia guarda alla modernità in maniera così lucida da sembrare fotografica. Che cos’è? La risposta è fin troppo semplice: un’idea. Ma come fare a dare “carne e sangue”, concretezza e realtà ad un progetto? È questo il quesito a cui ha tentato di rispondere il Recanati Experience, organizzato dal Giffoni Experience, in collaborazione con Giffoni Innovation Hub. Grazie alla tre giorni gli studenti delle scuole superiori, per la prima volta, si sono confrontanti con la difficoltà del fare impresa, partendo da una semplice ispirazione e trasformandola in qualcosa di strutturato, funzionale, innovativo, in grado di reggere ai “venti contrastanti” del mercato.

Zaino in spalla, fogli e penne tra le dite, sguardi attenti ed incuriositi: inizia così la seconda giornata del Recanati Experience Digital Days, il format incentrato sulla cultura digitale, organizzato dal Giffoni Experience, in collaborazione con il Giffoni Innovation Hub, il dipartimento dedicato all’innovazione.

Giffoni Experience, in collaborazione con Giffoni Innovation Hub, torna a Recanati, dal 16 al 18 aprile, con un nuovo format incentrato sulla cultura digitale e le startup innovative

Recanati, 14 aprile 2015 – Ormai è ovunque: in casa, in auto, in tasca. La cultura digitale accompagna le nuove generazioni sin dalla nascita, le guida tra i banchi di scuola, si offre come mezzo di intrattenimento, custodisce sensazioni, opinioni e ricordi grazie ai social network.

"Guidate i ragazzi ad apprendere per mezzo di ciò che li diverte, affinché possano meglio scoprire l'inclinazione del loro animo". Questo è l’obiettivo principale del lavoro del Pastrocchio Lab, un progetto di Giuseppe Foggiano. La maggior parte dei palinsesti dei canali TV per bambini, ed anche sulle rispettive piattaforme web, sono occupati da cartoni animati e sono scomparsi personaggi per bambini e proposte nuove di intrattenimento che coinvolgano anche i genitori e gli amici, tranne qualche caso eccezionale.

Presentato in conferenza stampa l'evento Recanati Experience - Digital Days. Giffoni Experience, in collaborazione con Giffoni Innovation Hub, torna nel capoluogo marchigiano dal 16 al 18 aprile con un format incentrato sulla cultura digitale e le startup innovtive

Recanati, 23 marzo 2015 - Giffoni Experience torna a Recanati per la seconda edizione del Recanati Experience. Dopo il successo ottenuto con la prima edizione, Giffoni Experience, in collaborazione con Giffoni Innovation Hub - il  dipartimento dedicato all’innovazione – propone  Digital Days, un format innovativo totalmente incentrato sui temi della digital education, della cultura digitale, dei videogames, della digital fabrication e delle startup.

Se c'è una cosa che possono insegnarci i bambini è il potere, reale, dell'immaginazione: “Fantasia a piede libero” è il nome del progetto a cura di Monsieur David e Maurizio Simonetti che hanno scelto di affidarsi allo sguardo dei più piccoli per raccontare una società in evoluzione continua; l'obiettivo è quello di realizzare un documentario di cui saranno protagonisti gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, e i bambini delle case-famiglia.

L’Italia è un paese bellissimo. Lo sappiamo tutti. Il 60% dei beni culturali e artistici del pianeta si trova qui, e l’Italia rimane ai primi posti tra le mete sognate dai turisti. Noi di Art Stories (www.artstories.it), startup sociale appena costituita, ci siamo dati un obiettivo ambizioso: rendere il paese e i suoi beni culturali accessibili e fruibili anche dai più piccoli e dalle loro famiglie.

Il "mestiere" di Giffoni Innovation Hub è fare innovazione con la cultura e la creatività. Una sfida resa complessa dalla superficialità con la quale moltissimi trattano il tema cultura-impresa, sia a livello giornalistico che economico. Eppure sono proprio le massime istituzioni internazionali a proporre una nuova codificazione di un lessico che possa descrivere in maniera accurata ed efficace i processi di sviluppo di un settore - quello delle industrie creative e culturali appunto - ritenuto strategico per l'intero sistema. È bene cominciare ad usare i termini giusti per evocare i concetti giusti, e cominciamo oggi col proporvi la figura - e la relativa pratica - del Creative Brokering.